mercoledì 24 luglio 2013

AHHHH, ME PAREVA!

Già me stavo a preoccupa'...Era mai possibile?
Ma Grillo, "per fortuna" se ne è già riuscito fuori coi tagli alla spesa pubblica (che non sono mai abbastanza) e con gli sprechi: la "distruzione dello Stato" sarebbe, appunto, spesapubblicabrutto. Ufff....il mondo torna alla sua "ordinaria follia" e possiamo nuovamente contare sulle care vecchie sicurezze.
Aspettiamo quindi fiduciosi un ritorno alla carica anche sul reddito di cittadinanza...

31 commenti:

  1. Grillo segue un progetto di marketing politico, che prevede continue dichiarazioni e invettive sui temi che raccolgono facile consenso. Purtroppo gli italiani, inebetiti da anni di propaganda anti-stato, esultano ogni volta che si attacca la spesa pubblica, senza ovviamente tener in minimo conto la realtà dei fatti, e cioè che i tagli copiosamente effettuati da Tremonti prima, Monti poi e Letta fra poco, incidendo negatovamente sul PIL, hanno contribuito all'aumento sostanzioso del debito pubblico. Ma su questo le responsabilità del sistema mediatico sono decisive, basti pensare agli editorialisti del Corriere della sera che continuano indefessi, e indifferenti ad ogni evidenza fattuale, a predicare 'meno stato più mercato', a moralizzare sui costi della politica e a deplorare che in Italia esistano ancora dipendenti pubblici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul punto "sistema mediatico": so che tu sai che io so...
      http://orizzonte48.blogspot.it/2013/07/panebianco-ci-spiega-come-fare.html

      Ma il punto è che raccogliere facile consenso dicendo cose incompatibili fra loro, conduce a una perdita di credibilità (oddio, finchè il grado di discernimento diffuso è quello che è, neanche tanto). Ma almeno "noi" sappiamo che ogni cosa che possa mai dire vale quello che vale...

      Elimina
  2. Dice tutto ed il contrario di tutto.......

    Non vorrei fare il complottista, ma il ditino mignolo (come quello del protagonista del film Shining), mi suggerisce che l'operato di quest'uomo potrebbe anche essere proprio quello di perdere credibilità per conferirla agli schieramenti tradizionali del PUD€, "neutralizzando" ogni alternativa di pensiero che verrebbe -giocoforza- ricondotta nell'ambito della categoria "Grillismo", che si presume già confutata in quanto contraddittoria e poco credibile......

    Insomma: questo lavora per chi dice di combattere? Fosse appurato, non mi sorprenderebbe......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli attribuisci un "retropensiero" alquanto sofisticato.
      Ma da non escludere:
      http://orizzonte48.blogspot.it/2013/03/oltre-il-pud-2-oil-and-finance-thats-all.html
      Tra l'altro, ci sarebbe anche un fine molto pratico: garantire una continuità (anche oltre l'euro e il PUDE), sapendo che il PUD€ stesso è avviato a un inevitabile declino elettorale, con esigenza di ricambio di "front men" (and women). Una storia già vista con Tangentopoli...

      Elimina
    2. Credo che la risposta sia molto piu' banale (sara' che non mi piace il complottismo): Grillo e' eterodiretto, e all'interno del M5S ci sono (pur se non in modo palese) diverse correnti.

      D'altronde, basta leggere i post per capire che sono scritti da persone diverse.

      Ora si tratta di capire se sara' mai possibile arrivare ad una sintesi di qualche tipo (possibilmente anti-PUDE), cosa che nel mio piccolo sto lottando perche' accada, oppure se scivolare allegramente verso l'oblio politico come ha fatto l'IDV.

      Elimina
  3. Mi hanno segnalato questo articolo non da poco su Napolitano, in questo caso direi attaccato da sinistra...perche' il governo Letta deve durare fino al 2015 ...)http://www.aldogiannuli.it/2013/07/colpo-di-stato-bianco/

    RispondiElimina
  4. Concordo con la lucidissima analisi (e non è certo una novità) di Lorenzo Carmienero di ieri in risposta al mio commento.
    La strategia di Grillo credo sarà quella di fare il "Farage al pesto" , il suo post di ieri (comunque importantissimo, ha parlato del divorzio del 1981, una vera prima assoluta per il mainstream) è chiaramente teso a recuperare l' ampia e CRESCENTE quota di elettorato antieurista (presumibilmente per gabbarlo). L' ho capito bene leggendo i commenti al suo post di ieri , non si contavano quelli che esordivano con : "era l' ora" , "erano mesi che aspettavo questo post" , "finalmente" (nota di colore: un tal Nicola ha linkato anche un paio di post di questo blog+video di L.B.C+estratto di un articolo tratto da rivista scentifica e scritto da un -credo- giurista barese).

    Comunque, come spiegato bene su "Goofy" oggi (e come suggeritomi ieri dall' ottima Gabriella Salerno che mi citava un commento di Bagnai)è importante che di ste robe se ne parli.

    ps: 48, ieri lo scambio di ruoli tra te grillo è risultato veramente esilarante :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes ma, bilateralmente, il carnevale è già finito...:-)
      In tutti i sensi: intanto considera che se va avanti questo governo (per default terroristico di ogno residuo interesse italiano, che non sia "prendere tempo"), la riforma costituzionale può provocare enormi danni. Peggio della ratifica di Maastricht.
      E per le maggioranze rafforzate ogni posizione di 'gnoranza e incoscienza, farà brodo...

      Elimina
    2. Molto chiari sia Bargazzino che Carnimeo: ragionamenti che non fanno una piega.

      48 dillo che ti sei divertito a fare l'ondivago per un giorno: non ci resta che ridere

      By the way signorina "pizza sole mandolino pane volpe e fantasia" ha ben altre perle al suo attivo , su Bernake ad esempio, quindi ce ne faremo una ragione..

      http://www.huffingtonpost.com/2013/07/10/bernanke-stimulus_n_3575658.html?utm_hp_ref=ben-bernanke#slide=1518518

      L'ipotesi frattalica avanzerà malgrado lei. Santa pazienza.

      Elimina
    3. Divertito nello scrivere secondo il delirio mainstream, senza dubbio.
      Poi mi sono beccato un'imprevedibile e incredibile "controresistenza" (vedere tutta la serie che ne segue, per credere):
      http://goofynomics.blogspot.com/2013/07/ai-liberisti-di-valdobbiadene.html?showComment=1374607078740#c6351567017016764177

      Mi sa tanto che qui ne riparleremo...

      Elimina
    4. 48 ma sai che se io fossi in te non mi preoccuperei più tanto per questa cosa. Anzi, leggendola è stata, almeno per me, un interessante momento in cui imparare (ancora, perchè ne ho bisogno e tanto). Alla fin fine, se ricordi, avevamo avuto uno scambio simile qui...

      Elimina
    5. Non avevo visto er dibbattito...

      Però bello, to be honest, mi mancavano questi confronti di alto livello, sembra un flash back : Goofynomics 2012.

      Non essendo un'appassionata conoscitrice di Von Hayek ( confesso: non lo conosco e non mi piace molto, o meglio non mi piace quel poco che conosco) , Credo ( per intuizione, ma posso sbagliarmi) che Istiwine stia facendo un discorso simile a quello che facevamo tempo fa su Popper e sui filosofi in generale : ti ricordi?

      http://orizzonte48.blogspot.it/2013/03/popper-le-catastrofi-europee-e-la.html

      Suppongo voglia invitare ad evitare un certo "riduzionismo" e propenda invece per "un'epistemologia della complessità" (cosa che fai anche tu in questo blog: opti cioè per un approccio analitico ben conscio che la precomprensione è sempre in agguato) il che da un punto di vista ermeneutico mi pare corretto ( e qui mi fermo, perché non posso entrare nel merito : come dicevo non ho letto Von Hayek , e non credo che lo leggerò a breve: Vorverständnis).

      Parlatene ancora sì : è un bel confronto.

      Elimina
    6. @Sandra: in parte quello che dici è vero. Ma Istwine mi pare si sia fatto un pò trascinare dall'amor di tesi e dal gusto, suo personale, del paradosso.
      Ne riparleremo in apposito post (o più post).

      @Flavio: in realtà, come ho accennato a Sandra, Istwine, di cui ho certo stima, si inoltra su un terreno che lo porta ben oltre certe affermazioni "tecniche", per sconfinare in uno schematismo "politico" della cui esattezza, a mio parere, (che documenterò), non verifica tutti i presupposti...

      Elimina
    7. @48 : grazie. Non posso contribuire al dibattito ma vi seguo con interesse.

      Oggi è il 25 luglio: lo immaginavo scoppiettante . Forse è per via di Caronte.
      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=685896161436259&set=a.187107907981756.53620.187106444648569&type=1&theater

      Ci sono più indignados per le idiozie di Calderoli che per la Costituzione che si accingono a violare. A volte la matematica è crudele.

      Elimina
  5. puo' sembrare che non c' entri un cavolo, ma così non è:
    stamattina, come quasi sempre, mentre andavo a lavoro, mi ascoltavo la rassegna stampa internazionale di "radio3 mondo", si parlava delle proteste in Bulgaria (lì non c' è l' euro ma c'è ERM II -se non è zuppa è pan bagnato), proteste molto forti che durano da settimane e che la nostrana stampa (o "stampella del PUDE") ben si guarda dal riportare.

    ebbene, contro cosa protestavano i manifestanti?


    'ndovinate un pò...

    ....ma contro la CORUZZZZZZZZZZIONE "dilagante" (cito esattamente quanto riportato dalla giornalista)-naturalmente

    e te pareva!?
    insomma, tutto il mondo, o forse, tutta Europa è paese....

    la versione brasilera, invece, come ci ha spiegato il nostro Flavio è "la protesta contro gli sprechi per le grandi opere" ,già sentita anche questa....

    RispondiElimina
  6. REDDITO DI SOPRAVVIVENZA HAYEKIANO vs FORDISMO KEYNESIANO

    Potrebbe essere un "duetto" interessante da sviluppare nelle arene estive che aspettano settembre.
    Con qualche "accordo" classico tanto per dar "cornice", .. ops "frame", a insostenibili vacue leggerezze di "esseri" intenti a consultare "tarocchi" manipolati da "opinione pub(bl)ica".
    Keep in touch perché agosto è periodo d'oblio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande oblio...il calore a volte può far male :-)

      Elimina
  7. Ma perché...c'avevate creduto??? :D

    Io nemmeno per un nanosecondo...il mio commento sul post "Oggi arriveremo a cinque milioni di contatti" su Goofynomics ne è la prova :D

    Grillo è il più zelante applicatore del "Metodo Berlusconi". Sonda l'elettorato dicendo tutto ed il contrario di tutto. Inoltre, poi, potrà dire che lui l'aveva detto. Non è mica fesso! E' PUD€! ;)

    Salutations ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente il "fesso" non è lui...
      Ma d'altra parte, oltre a disporre di strategie ben "oil-ate", con questa "tecnica" rimane dimostrato che "vincere è facile"

      Elimina
    2. Salvo, hai ragione e aggiungo che secondo me Casaleggio, molto abile a cogliere i nodi comunicativi, vorrebbe proprio sostituire Berlusconi con Grillo: come si fa in falconeria, il logoro (Grillo) ruota intorno al falconiere (Casaleggio) e il falco ('a gggente) segue il logoro in modo ipnotico, ponendo poca attenzione, sia all'ambiente circostante, sia al falconiere.
      E 'a ggente, in una nuova riproposizione del dividi et impera paro paro sperimentato con Berlusconi, o ama il logoro o lo odia. Ma poco importa, l'importante è che lo guardi.

      Tutto ciò sarebbe anche compatibile con quanto detto qua sopra da 48 in risposta a Lorenzo: che i partiti tradizionali siano stati sempre gli interlocutori per eteroindirizzare la politica nazionale e che ora questi partiti siano in grossa difficoltà vi è poco dubbio. In questi ultimi anni si sono aperte voragini di mancato consenso, infatti non sono pochi quelli che hanno provato ad infilarsi, a proporsi come alternativa e tra questi sicuramente il m5s è l'esperimento più riuscito. Grillo dal blog auspica la pulizia delle stalle, che puzzano di corruzione, malaffare e bla bla bla ma è esattamente di questa dinamica che stiamo parlando: una Mani Pulite l'abbiamo già avuta con il risultato che corruzione, malaffare e bla bla bla sono sempre qui. Sono semplicemente cambiati interlocutori.

      Aggiungo anche che, oltre che sondare l'elettorato strizzando l'occhio a 5 milioni di contatti, mi sembra un modo per mostrare i muscoli....

      Detto questo, dopo l'incazzatura iniziale di aver assistito all'ennesima "danza del Grillo", mi rimane la soddisfazione che il tema del divorzio sia finito su un blog così tanto seguito.

      Elimina
  8. Vado leggermente OT.
    Mentre Grillo fa le sue sterzate politiche, c'era un certo Saccomanni che era ottimista sulla ripresa, o sbaglio?

    Peccato che.......

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2013/07/24/taglia-rating-17-banche-italiane_9069364.html

    RispondiElimina
  9. Non ci vedo niente di sorprendente, visto il mercato immobiliare al collasso e la recessione galoppante.
    Continuo a pensare che la crisi bancaria potrebbe costituire un punto di svolta, anche in chiave frattalica. Di fronte al prelievo forzoso, alla svendita totale qualcuno potrebbe badogliare?E, magari, gli USA prendere definitivamente posizione contro l'annichilimento dell'economia italiana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh yes, la "Sacra finanza unita", con le sue magagne, sempre più difficili da nascondere sotto il tappeto, può svolgere un ruolo simile alla materializzazione della sconfitta che si riassunse (per noi italiani)nello sbarco in Sicilia e nel bombardamento di S.Lorenzo

      Elimina
  10. Mentre qui si parla di riforma strutturali, in USA Obama parla a favore della classe media... chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'avevo visto: a essere concreti, in realtà non è molto chiaro che margini ci siano di superamento del "fiscal cliff". Altrimenti, siamo di fronte a un wishful thinking

      Elimina
  11. Giusto per ribadire quanto piú volte affermato e riportato su questo blog, vorrei condividere quanto comunica dal proprio profilo Facebook una deputata pentastellata:

    "La maggioranza sta affermando che vogliamo fare ostruzionismo e questo farà slittare i tempi dell' esame in aula di vari provvedimenti tra cui quello sull'abolizione dei rimborsi elettorali. tutto FALSO. Abbiamo chiesto di rinviare la discussione del DDL sulle riforme Costituzionali a settembre per poterlo approfondire in commissione in modo adeguato. Abbiamo chiesto in ufficio di presidenza che si votasse su questo, occorreva la maggioranza qualificata che non si è raggiunta. Pertanto è stato il Presidente della Commissione Affari Costituzionali, sua prerogativa, a decidere dando la priorità alle modifiche della COSTITUZIONE a discapito di tutto il resto."

    Un saluto a Quarantotto e a tutti i lettori del blog

    RispondiElimina
  12. Fino al post 'incriminato' l'informazione pudina ha sempre dato grande risalto ai 'contenuti' proposti dal camerlengo genovese: cosa fa Grillo, come si è svegliato stamattina, ha 'pucciato' tre volte il croissant nel cappuccino, ha preso il telefono con la mano destra ecc ecc ecc

    Quindi il silenzio. Almeno finchè non arriva la nuova produzione di bava alla bocca. A quel punto l'informazione pudina lo rimetterà al centro dell'attenzione, perchè il gioco di sponda (in?)consapevole continui.

    Finchè i Grillo's non si danno un ordine di priorità, prima l'euro e poi tutto il resto (compresa castacriccacorruzionedebitopubblicobrutto) le riflessioni di questo post (e i suoi commenti) saranno sempre 'centratissimi'.

    PS: il PUD€ ha dato un nuovo ordine di scuderia, percui basta parlare di singoli stati, da adesso si commentano dati macro in termini di USE ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece, non so perchè, ma mi fido di più della malvagia S&P rispetto alle indicazioni sull'indice PMI o quant'altro. A me pare un rimbalzo. Anche io nel mio campo l'ho notato. Ma non sembra un qualcosa di duraturo. Mi basta vedere i dati sull'occupazione e sulla mortalità delle imprese per capire che non ci siamo. Inoltre, il declassamento delle nostre banche, oltre ad uno spread con tendenza al rialzo, renderà ancora più difficile l'approvigionamento creditizio sia alle banche, già alle prese con ampie sofferenze, che alle imprese stesse... Agosto è un mese birichino sui mercati finanziari...con Portogallo alle prese con titoli di Stato al 7% (già circolata voce di haircut) ed il secondo possibile taglio in vista per la Grecia direi che siamo veramente ancora in alto mare...

      Elimina
    2. Azzeccatissimo: la domanda, come tutti i pugili ormai suonati, tende a divenire "chi sono"? :-)
      Da cui, facile gioco, la risposta "ma non ti ricordi, tu non sei "Italia", dimenticalo, sei Europa, USE...e solo di questo ti devi preoccupare"
      Schauble, gongola. Loro sono l'Europa "dalla parte giusta"; e così può fare persino il generoso, aspettando, con grande fair play (è un gentleman), che gli altri raggiungano crukkoland ai suoi livelli di "civiltà"...

      Elimina
    3. Mi viene in mente Milo 'il sindaco' di Comma 22, quando, andato a male un affare di vendita di cotone, suggerì al comandante di darlo da mangiare alla truppa, magari ricoperto da un po' di cioccolato.

      Il PUD€ questi dati col segno 'più' ha in magazzino, la ripresina deve pur iniziare a comunicarla.

      Elimina
  13. 70° ANNIVERSARIO
    La "festa" è cominciata ieri notte nei Gran Consigli del Parlamento e poi stamane: il Dell'Osso deriso (ndr, dai nipoti hayekiani .. a "me" mi interessano i nomi), il Fassina, il Brunetta, il Letta ..
    Ma quando festeggia il Colle?
    :-)


    RispondiElimina